“Salute in Cammino, 10000 passi per stare bene” è un progetto di sensibilizzazione all’attività fisica nel quale confluiscono due iniziative nate in seno all’Azienda Sanitaria Locale di Biella e al CAI Piemonte.

Premessa

Camminare è l’attività fisica più naturale, semplice ed economica, accessibile a tutti e ideale per migliorare, ad ogni età, la salute di corpo e mente.

Per uno stato di salute ottimale, l’OMS (Organizzazione Mondiale della Sanità) raccomanda di praticare ogni settimana almeno 150 minuti di attività fisica a intensità moderata.

In questo ambito, la Carta di Toronto si propone come testo di riferimento a livello mondiale per la promozione dell’attività fisica e degli innumerevoli vantaggi a essa correlati. Uno stile di vita attivo, favorito e accompagnato da un parallelo sviluppo eco-sostenibile dell’ambiente in cui viviamo, non solo aiuta a prevenire tutte quelle patologie collegate a comportamenti poco salutari (si pensi alle malattie cardiovascolari) ma presenta pure un effetto di ricaduta positiva, in termini di risparmio, sul piano economico.

Sviluppo progetto pilota

Ne è nato un progetto pilota presentato il 26 maggio 2016 che ha coinvolto i 5 principali comuni della Provincia di Biella, ognuno dei quali, con l’aiuto dei consulenti dell’ASL e del CAI, ha individuato dei percorsi (urbani e non) fruibili a chiunque, tenendo in considerazione alcune determinate caratteristiche di sicurezza.

Grazie alle indicazioni dei consulenti dell’ASL sappiamo che i maggiori benefici sul nostro fisico si hanno non tanto con la quantità ma con la giusta qualità dell’attività. I consigli dei medici sono stati inseriti sulla cartellonistica informativa lungo i percorsi, in particolare lungo la “Scuola di Cammino”

Spiegazione tecnica sommaria

La “scuola di cammino” è un tratto di circa un km in cui, con un cartello ogni 250m, si indica ai fruitori la corretta velocità in base alle proprie caratteristiche. Una volta imparato a camminare con la giusta intensità ognuno potrà spostare l’attività sugli altri percorsi segnalati e non solo.

A chi è rivolto

L’obiettivo del progetto è invogliare i sedentari ad intraprendere una semplice attività fisica, ma anche indicare agli attivi le corrette modalità per ottenere maggiori benefici.

 

Nel corso degli anni circa altri 25 comuni Biellesi e non solo hanno aderito al progetto finanziando lo studio dei percorsi e la realizzazione dei pannelli della scuola di cammino.